Updates from febbraio, 2013 Attiva/disattiva nidificazione dei commenti | Scorciatoie da tastiera

  • Informagiovani Senigallia 11:47 il 27 February 2013 Permalink | Rispondi
    Etichette: , , biondi, , , , ferri, liguaggi, lim, , , tablet   

    La scuola digitale: nuovi sistemi di apprendimento 

    La scuola cambia, non può restare ferma in una società che muta i suoi linguaggi e le sue modalità di comunicazione.

    Biondi dice che la scuola è al punto di non ritorno per lo sviluppo delle competenze digitali e che già dal prossimo anno si vedranno cambiamenti sostanziali con aumento di lavagne digitali e tablet.

    Paolo Ferri analizza la fine della didattica nozionistica, ipotizzando un cambiamento di strutture e di ruoli, aule come laboratori e docenti come ricercatori.

    Annunci
     
    • Johne232 06:20 il 13 settembre 2014 Permalink

      griseofulvin psoriasis eeebfddbacge

  • Informagiovani Senigallia 13:56 il 18 February 2013 Permalink | Rispondi
    Etichette: , , gutemberg, iscrizioni online, La Bicocca, miur, , ,   

    Iscrizione a scuola dei nativi digitali 

    Paolo Ferri, docente dell’Università La Bicocca di Milano, ci dice che esiste un’intelligenza digitale e che si tratta di una intelligenza diversa propria dei nativi digitali.

    Giovanni Biondi del Miur ci dice invece che più di un milione di famiglie hanno fatto l’iscrizione online, in alcuni casi i genitori si sono fatti aiutare dai figli e forse qualcuno si è accorto che il mondo è cambiato.

    Paolo Ferri insiste quindi e dice che: “Il digitale è qui per restare e con lui dobbiamo convivere. Ogni salto di paradigma implica un certa incommensurabilità con il paradigma precedente, in questo caso con la Galassia Guntemberg e oggi non ci sembra piu’ necessario discutere ragionare e ricercare credendo di essere ancora nel paradigma precedente e “condannando” o “elogiando” il nuovo. Oggi siamo nel nuovo e dobbiamo capirne ed analizzarne le caratteristiche positive o negative che siano e questo perché abbiamo il dovere di consegnare alla generazione dei “nativi digitali” il patrimonio di 6.000 anni di cultura analogica.”

     
  • Informagiovani Senigallia 11:02 il 11 February 2013 Permalink | Rispondi
    Etichette: , , , , immigranti digitali, , , , scuola 2.0, ,   

    La scuola dematerializzata che verrà? 

    Quattro linee d’azione del Miur e 70 milioni di euro per incominciare il processo di dematerializzazione della scuola.

    Se vi hanno turbato le iscrizioni online dovrete prepararvi ad uno scenario futuro che vedrà importanti cambiamenti nel mondo della scuola, che interessano tutte le sue componenti, studenti, genitori e docenti.

    Si tratta di colmare un gap con l’Europa che è importante per il futuro dei giovani, per le opportunità di studio, di lavoro e di vita.

    Le quattro azioni riguardano: Lim in classe, Scuola 2.0, Cl@ssi 2.0 e Centri Scolastici digitali.

    Nell’articolo che linkiamo Carlo Maria Medaglia si chiede:”La domanda che tuttavia sorge spontanea a fronte di tanti cambiamenti che non sono soltanto tecnologici ma anche e soprattutto culturali é: quanto questo nuovo paradigma incide sui modelli di apprendimento, sul ruolo dell’insegnante, della famiglia e dello studente?

    La domanda che tuttavia sorge spontanea a fronte di tanti cambiamenti che non sono soltanto tecnologici ma anche e soprattutto culturali é: quanto questo nuovo paradigma incide sui modelli di apprendimento, sul ruolo dell’insegnante, della famiglia e dello studente?

    Un problema trattato da Paolo Ferri che su questo e su altro qui risponde a Giovanni Biondi, ricordando la necessità di cablare le strutture per consentire a nativi e immigranti digitali di avere una connessione sempre disponibile ad internet all’interno delle scuole.

     
  • Informagiovani Senigallia 12:50 il 8 February 2013 Permalink | Rispondi
    Etichette: biblioteca senigallia, , , , riciclo, riutilizzo,   

    Il Social trashware sbarca in biblioteca 

    Nello spazio multimediale della Biblioteca Comunale, che verrà attivato prossimamente, grazie al progetto Social trashware ci sono due computer che sono stati recuperati secondo il protocollo del progetto nuovavita e funzionano con il software open source che lo stesso progetto ha messo a punto per semplificare le procedure di istallazione dei programmi necessari a scrivere, calcolare, disegnare, fare presentazioni, vedere cd e dvd, navigare in internet.

    Tutto questo è stato possibile grazie al fatto che il tecnico dei sistemi informativi del Comune di Senigallia ha riconosciuto la validità di questa opportunità.

    Come abbiamo spiegato, siamo contenti di persone e aziende che ci portino i loro computer vecchi, ma non siamo una discarica e  il requisito minimo per recuperare i computer è che siano almeno pentium 3  500Mhz , per i monitor 15″ crt/lcd, funzionanti.

    I computer verranno recuperati per progetti sociali, per consegnarli a scuole, associazioni o famiglie che non abbiano altre possibilità.

    E’ interessante notare che anche grazie alla prima promozione di questo interessante progetto, ci siano ricadute positive, spesso siamo portati all’acquisto dell’ultimo modello di computer, magari senza considerare quello che facciamo realmente con un computer e senza tenere conto dell’impatto che provoca sull’ambiente e sulle persone lo smaltimento e il riciclo dei computer che potete vedere in questo filmato.

     
  • Informagiovani Senigallia 17:12 il 7 February 2013 Permalink | Rispondi
    Etichette: associazione onda libera, cag bubamara, , , , , massimiliano decinque, , ,   

    Prove tecniche di social trashware 

    Abbiamo lanciato il progetto social trashware, che è l’idea di recuperare i vecchi computers presa dal progetto nuova vita, con una azione di sistema sulla consapevolezza dell’uso della nuove tecnologie, hardware e software.

    Mentre continua il corso sull’open source ed in particolare sul sistema operativo linux, dopo i tre incontri con Massimiliano De Cinque, Luca Conti e Egidio Cardinale, abbiamo iniziato un percorso con docenti e ragazzi dell’Istituto Corinaldesi.

    Ragazzi e docenti avevano partecipato all’incontro con Massimiliano De Cinque e vogliono ora misurarsi su quella esperienza, imparando a recuperare i vecchi computers con il protocollo messo a punto dal Progetto Nuova Vita.

    Procederemo ancora a una promozione del social trashware nelle scuole primarie, cercando anche di organizzare la raccolta dei vecchi computers.

    L’Associazione Ondalibera ha aderito al progetto e costituirà un altro centro di raccolta e operativo.

    Se ne hai uno da donare, portalo al Cag Bubamara, verrà recuperato e successivamente donato, secondo un progetto specifico a una scuola o una associazione.

    Le caratteristiche del computer sono queste:

    Computer/notebook Pentium 3 a 500Mhz

    per gli schermi 15″ Crt/Lcd

    non più vecchi di dieci anni.

    Ecco i ragazzi al lavoro:

     
    • fausto 23:58 il 28 febbraio 2013 Permalink

      Vi faccio i miei auguri. Partecipo da alcuni anni ad attività di questo genere, e devo dire che è bello vedere gli studenti davanti ad una macchina riciclata col pinguino…

  • Informagiovani Senigallia 17:06 il 5 February 2013 Permalink | Rispondi
    Etichette: , innovazione sociale, , , netgarage, occupazione,   

    Net garage e smart cities: giovani e innovazione sociale 

    Vi segnaliamo una esperienza interessante, quella dei net garage a Modena.

    Si tratta di un percorso delle politiche giovanili di Modena dall’accesso alla rete internet per i giovani, all’analisi del cambiamento in atto portato dalle nuove tecnologie.

    Dall’alfabetizzazione informatica all’utilizzo dell’open source, fino ad arrivare agli interrogativi sugli open data e sulle smart cities, con un occhio alla consapevolezza di quelli che sono i nativi digitali.

    Qualche dubbio sorge sul costo dei corsi che vengono proposti da civibox, che rimandano al problema del digital divide, forse non per tutti accessibili, vista la situazione dell’occupazione giovanile.

     
c
scrivi un nuovo post
j
post successivo/commento successivo
k
post precedente/commento precedente
r
Rispondi
e
Modifica
o
mostra/nascondi commenti
t
torna a inizio pagina
l
vai all'accesso
h
mostra/nascondi aiuto
shift + esc
Annulla