Il Social trashware sbarca in biblioteca

Nello spazio multimediale della Biblioteca Comunale, che verrà attivato prossimamente, grazie al progetto Social trashware ci sono due computer che sono stati recuperati secondo il protocollo del progetto nuovavita e funzionano con il software open source che lo stesso progetto ha messo a punto per semplificare le procedure di istallazione dei programmi necessari a scrivere, calcolare, disegnare, fare presentazioni, vedere cd e dvd, navigare in internet.

Tutto questo è stato possibile grazie al fatto che il tecnico dei sistemi informativi del Comune di Senigallia ha riconosciuto la validità di questa opportunità.

Come abbiamo spiegato, siamo contenti di persone e aziende che ci portino i loro computer vecchi, ma non siamo una discarica e  il requisito minimo per recuperare i computer è che siano almeno pentium 3  500Mhz , per i monitor 15″ crt/lcd, funzionanti.

I computer verranno recuperati per progetti sociali, per consegnarli a scuole, associazioni o famiglie che non abbiano altre possibilità.

E’ interessante notare che anche grazie alla prima promozione di questo interessante progetto, ci siano ricadute positive, spesso siamo portati all’acquisto dell’ultimo modello di computer, magari senza considerare quello che facciamo realmente con un computer e senza tenere conto dell’impatto che provoca sull’ambiente e sulle persone lo smaltimento e il riciclo dei computer che potete vedere in questo filmato.

Advertisements