Live blogging “Il web è donna 1” 

… per problemi tecnici riusciamo a pubblicare solo oggi il racconto scritto  in diretta da Valeria Bellagamba venerdì sera.

Andrea introduce la serata con un riepilogo sugli incontri precedenti e illustrando le modalità di funzionamento e le finalità del blog. I blog, nati come diari personali on-line, si sono sviluppati fino a coprire le più svariate finalità, come i blog che si occupano del mondo del lavoro.

Lo scopo della rassegna Senigallia 2.0 è quello di introdurre i meno esperti  al mondo del web 2.0, il web partecipato, con l’obiettivo di superare il digital divide.

Tra gli incontri che hanno avuto più successo c’è stato, a  sorpresa, quello sulla poesia con Mauro Marcellini.

Questa sera ci occupiamo di donne e web, con Anna Torcoletti e Rossana Berardi.

Andrea presenta Rossana Berardi, oncologa e Presidente del Consiglio delle Donne di Senigallia.

Rossana Berardi presenta il sito internet Oncologia Marche http://www.oncologiamarche.it. Sito nato con l’idea di informare i cittadini su tutte le strutture dedicate all’oncologia. Il sito è stato voluto dal Consiglio delle Donne, con il patrocinio delle istituzioni locali e il sostegno dell’Università di Ancona.
Su Oncologia Marche si può trovare l’elenco delle associazioni che si occupano di oncologia e le news su tutti i temi e i nuovi studi su questo tema,  anche provenienti dall’estero.
Troviamo una pagina dettagliata con le novità sui congressi in campo oncologico. Nella sezione “prossimi congressi” tutte le informazioni sugli eventi in corso e futuri. Informazioni anche sulle terapie non tradizionali che si possono seguire nella nostra Regione. Coloro che fossero interessati possono scrivere una mail per chiedere informazioni che riceveranno gratuitamente da esperti; informazioni che comunque non vanno a sostituire il parere del medico, bensì ad integrarlo.

E’ possibile iscriversi alla newsletter del sito per ricevere le informazioni e gli aggiornamenti.
Questa è la prima esperienza in Italia di un sito internet dedicato all’oncologia in campo regionale.
Il sito internet  pur essendo su piattaforma wordpress  non ha ancora un blog. Si tratta di un sito aperto a gennaio di questo anno e ancora in sviluppo.

E’ possibile scaricare dei depliant e opuscoli informativi.

Il punto cruciale di un sito come questo è quello di dare informazioni corrette e soprattutto non fuorvianti, ma realistiche. In internet infatti sono molti i siti che si occupano di oncologia, ma non in modo appropriato. Per questo è importante dare informazioni precise e basate su studi consolidati.

Sul sito si possono trovare i link alle società di oncologia italiana (http://www.aio.it), europea e americana.

Una domanda dal pubblico in merito alle informazioni nel campo sociale. Rossana Berardi risponde elencando le informazioni e i link alle associazioni come l’Associazione Oncologica Senigalliese e l’ANDOS attive nel campo del sostegno ai pazienti oncologici e alle loro famiglie, aggiungendo anche che sul sito verranno integrate le informazioni che già ci sono, con opuscoli da scaricare.

Tutte le oncologie delle Marche hanno individuato un esperto oncologo che andrà a rispondere alle domande e richieste inviate al sito. Non è ancora possibile uno scambio tra utenti del sito, come quello che può avvenire su un forum.

Rossana Berardi affronta anche il difficile tema della prevenzione, sottolineando l’importanza di una diagnosi precoce, al di là di quelli che possono essere i programmi pubblici di prevenzione che devono tenere conto dei costi sui bilanci.

Andrea presenta Anna Torcoletti e il curioso e interessante progetto delle Girls Geek Dinner, nato nelle Marche un anno fa a Urbino: http://www.girlsgeekdinnermarche.com.

Geek, spiega Anna è un termine che si riferisce alla tecnologia. Quindi: la cena delle ragazze che si occupano di tecnologia. Progetto nato nel 2005 in Inghilterra da una donna che lavorava nel campo della tecnologia e stanca di vivere in un ambiente tipicamente maschile. Le ragazze del Girls Geek Dinner  si incontrano in occasione di cene, aperitivi e altri incontri conviviali per parlare e sviluppare i temi delle nuove tecnologie e dei nuovi mezzi di comunicazione: il social media marketing. Il blog delle Girls Geek Dinner è su piattaforma wordpress. Sul blog si trovano i racconti degli incontri e le foto pubblicate su Flickr, social network di condivisione di foto. Altro strumento che usano le Girls Geek Dinners  è Twitter, con informazioni in tempo reale sugli eventi organizzati. Facebook è un altro social network usato. Friendfeed è l’aggregatore usato per le notizie pubblicate.

Il target degli eventi organizzati dalle Girls Geek Dinner è ovviamente femminile; non è obbligatorio avere un sito o un blog per partecipare agli eventi. L’importante è il piacere di ritrovarsi. Gli incontri hanno creato nuove relazioni, nuove amicizie; c’è chi ha cambiato lavoro e ha avuto aperte nuove opportunità.

Il Girls Geek Dinner nasce a Milano. Quello di Urbino dello scorso anno è stato il primo non metropolitano.

Ad Urbino il Girls Geek Dinner è stato supportato da due aziende di Bologna e Milano operanti nei campi della comunicazione e tecnologico.
Anna vorrebbe trovare sponsor nelle Marche, tra le aziende del territorio, per gli incontri marchigiani delle Girls Geek Dinner.
Molte donne aderenti al Girls Geek Dinner lavorano nel campo della tecnologia. Le organizzatrici animano gli eventi con grande passione e dedizione, con un’interazione totale tra l’on-line e l’off-line, come la preparazione di inviti e cartoncini. Il lavoro è molto, ma entusiasmante. Gli incontri sono rivolti alle ragazze, gli uomini non sono esclusi, devono però conquistarsi l’invito dalle Girls.

Anna Torcoletti sottolinea l’importanza della rete e delle opportunità, rimarcando il fatto che operare in rete e trascorrerci molte ore non ha niente a che vedere con l’isolamento, la timidezza, l’incapacità di intrattenere relazioni sociali o addirittura la devianza. Chi è timido nella vita di tutti i giorni, lo è, alla fine, anche in rete. La rete può dare molte opportunità e comporta comunque anche il mettersi in gioco e attivarsi, piuttosto che l’isolarsi. I pericoli ci sono in rete, come nel mondo fuori.

Tommaso Sorchiotti con un intervento dal pubblico, sollecitato da Andrea, conferma l’importanza e le opportunità di scambio e incontro che la rete e questi progetti offrono.

Andrea sottolinea  l’importanza del web 2.0 che è quella di creare occasioni di scambio e partecipazione.

Il lato relazionale è imprescindibile dalla rete, proprio perché è fatta di persone, persone che dialogano e non macchine, dice Anna.
Il bello della rete è quello di trovare cose inaspettate e che non si cercavano, ma che possono offrire nuovi spunti e nuove opportunità.

Il sostegno degli sponsor per il finanziamento degli eventi varia a seconda dei pacchetti.

Negli incontri delle Girls Geek Dinner sono stati intervistati i manager e gli operatori italiani e non dei siti di social network come MySpace e Facebook.

Anna ribadisce che nulla va proibito, i social network non vanno demonizzati, l’importante è l’educazione all’uso responsabile del mezzo.