Tag: web Attiva/disattiva nidificazione dei commenti | Scorciatoie da tastiera

  • Informagiovani Senigallia 10:19 il 25 May 2009 Permalink | Rispondi
    Etichette: , , , web   

    Live blogging “Il web è donna 1” 

    … per problemi tecnici riusciamo a pubblicare solo oggi il racconto scritto  in diretta da Valeria Bellagamba venerdì sera.

    Andrea introduce la serata con un riepilogo sugli incontri precedenti e illustrando le modalità di funzionamento e le finalità del blog. I blog, nati come diari personali on-line, si sono sviluppati fino a coprire le più svariate finalità, come i blog che si occupano del mondo del lavoro.

    Lo scopo della rassegna Senigallia 2.0 è quello di introdurre i meno esperti  al mondo del web 2.0, il web partecipato, con l’obiettivo di superare il digital divide.

    Tra gli incontri che hanno avuto più successo c’è stato, a  sorpresa, quello sulla poesia con Mauro Marcellini.

    Questa sera ci occupiamo di donne e web, con Anna Torcoletti e Rossana Berardi.

    Andrea presenta Rossana Berardi, oncologa e Presidente del Consiglio delle Donne di Senigallia.

    Rossana Berardi presenta il sito internet Oncologia Marche http://www.oncologiamarche.it. Sito nato con l’idea di informare i cittadini su tutte le strutture dedicate all’oncologia. Il sito è stato voluto dal Consiglio delle Donne, con il patrocinio delle istituzioni locali e il sostegno dell’Università di Ancona.
    Su Oncologia Marche si può trovare l’elenco delle associazioni che si occupano di oncologia e le news su tutti i temi e i nuovi studi su questo tema,  anche provenienti dall’estero.
    Troviamo una pagina dettagliata con le novità sui congressi in campo oncologico. Nella sezione “prossimi congressi” tutte le informazioni sugli eventi in corso e futuri. Informazioni anche sulle terapie non tradizionali che si possono seguire nella nostra Regione. Coloro che fossero interessati possono scrivere una mail per chiedere informazioni che riceveranno gratuitamente da esperti; informazioni che comunque non vanno a sostituire il parere del medico, bensì ad integrarlo.

    E’ possibile iscriversi alla newsletter del sito per ricevere le informazioni e gli aggiornamenti.
    Questa è la prima esperienza in Italia di un sito internet dedicato all’oncologia in campo regionale.
    Il sito internet  pur essendo su piattaforma wordpress  non ha ancora un blog. Si tratta di un sito aperto a gennaio di questo anno e ancora in sviluppo.

    E’ possibile scaricare dei depliant e opuscoli informativi.

    Il punto cruciale di un sito come questo è quello di dare informazioni corrette e soprattutto non fuorvianti, ma realistiche. In internet infatti sono molti i siti che si occupano di oncologia, ma non in modo appropriato. Per questo è importante dare informazioni precise e basate su studi consolidati.

    Sul sito si possono trovare i link alle società di oncologia italiana (http://www.aio.it), europea e americana.

    Una domanda dal pubblico in merito alle informazioni nel campo sociale. Rossana Berardi risponde elencando le informazioni e i link alle associazioni come l’Associazione Oncologica Senigalliese e l’ANDOS attive nel campo del sostegno ai pazienti oncologici e alle loro famiglie, aggiungendo anche che sul sito verranno integrate le informazioni che già ci sono, con opuscoli da scaricare.

    Tutte le oncologie delle Marche hanno individuato un esperto oncologo che andrà a rispondere alle domande e richieste inviate al sito. Non è ancora possibile uno scambio tra utenti del sito, come quello che può avvenire su un forum.

    Rossana Berardi affronta anche il difficile tema della prevenzione, sottolineando l’importanza di una diagnosi precoce, al di là di quelli che possono essere i programmi pubblici di prevenzione che devono tenere conto dei costi sui bilanci.

    Andrea presenta Anna Torcoletti e il curioso e interessante progetto delle Girls Geek Dinner, nato nelle Marche un anno fa a Urbino: http://www.girlsgeekdinnermarche.com.

    Geek, spiega Anna è un termine che si riferisce alla tecnologia. Quindi: la cena delle ragazze che si occupano di tecnologia. Progetto nato nel 2005 in Inghilterra da una donna che lavorava nel campo della tecnologia e stanca di vivere in un ambiente tipicamente maschile. Le ragazze del Girls Geek Dinner  si incontrano in occasione di cene, aperitivi e altri incontri conviviali per parlare e sviluppare i temi delle nuove tecnologie e dei nuovi mezzi di comunicazione: il social media marketing. Il blog delle Girls Geek Dinner è su piattaforma wordpress. Sul blog si trovano i racconti degli incontri e le foto pubblicate su Flickr, social network di condivisione di foto. Altro strumento che usano le Girls Geek Dinners  è Twitter, con informazioni in tempo reale sugli eventi organizzati. Facebook è un altro social network usato. Friendfeed è l’aggregatore usato per le notizie pubblicate.

    Il target degli eventi organizzati dalle Girls Geek Dinner è ovviamente femminile; non è obbligatorio avere un sito o un blog per partecipare agli eventi. L’importante è il piacere di ritrovarsi. Gli incontri hanno creato nuove relazioni, nuove amicizie; c’è chi ha cambiato lavoro e ha avuto aperte nuove opportunità.

    Il Girls Geek Dinner nasce a Milano. Quello di Urbino dello scorso anno è stato il primo non metropolitano.

    Ad Urbino il Girls Geek Dinner è stato supportato da due aziende di Bologna e Milano operanti nei campi della comunicazione e tecnologico.
    Anna vorrebbe trovare sponsor nelle Marche, tra le aziende del territorio, per gli incontri marchigiani delle Girls Geek Dinner.
    Molte donne aderenti al Girls Geek Dinner lavorano nel campo della tecnologia. Le organizzatrici animano gli eventi con grande passione e dedizione, con un’interazione totale tra l’on-line e l’off-line, come la preparazione di inviti e cartoncini. Il lavoro è molto, ma entusiasmante. Gli incontri sono rivolti alle ragazze, gli uomini non sono esclusi, devono però conquistarsi l’invito dalle Girls.

    Anna Torcoletti sottolinea l’importanza della rete e delle opportunità, rimarcando il fatto che operare in rete e trascorrerci molte ore non ha niente a che vedere con l’isolamento, la timidezza, l’incapacità di intrattenere relazioni sociali o addirittura la devianza. Chi è timido nella vita di tutti i giorni, lo è, alla fine, anche in rete. La rete può dare molte opportunità e comporta comunque anche il mettersi in gioco e attivarsi, piuttosto che l’isolarsi. I pericoli ci sono in rete, come nel mondo fuori.

    Tommaso Sorchiotti con un intervento dal pubblico, sollecitato da Andrea, conferma l’importanza e le opportunità di scambio e incontro che la rete e questi progetti offrono.

    Andrea sottolinea  l’importanza del web 2.0 che è quella di creare occasioni di scambio e partecipazione.

    Il lato relazionale è imprescindibile dalla rete, proprio perché è fatta di persone, persone che dialogano e non macchine, dice Anna.
    Il bello della rete è quello di trovare cose inaspettate e che non si cercavano, ma che possono offrire nuovi spunti e nuove opportunità.

    Il sostegno degli sponsor per il finanziamento degli eventi varia a seconda dei pacchetti.

    Negli incontri delle Girls Geek Dinner sono stati intervistati i manager e gli operatori italiani e non dei siti di social network come MySpace e Facebook.

    Anna ribadisce che nulla va proibito, i social network non vanno demonizzati, l’importante è l’educazione all’uso responsabile del mezzo.

    Annunci
     
  • Informagiovani Senigallia 13:30 il 23 April 2009 Permalink | Rispondi
    Etichette: , , , , , , , , , web   

    23 APRILE IL LAVORO NEL WEB 

    Stasera parliamo di web e lavoro a senigallia 2.0, se come ieri sera funziona il live sul web potrete anche vederci qui, ma ovviamente speriamo nella vostra presenza.

    La serata vede la presenza della giornalista Elenora Voltolina, il suo blog ora divenuto un sito, la repubblica degli stagisti, ha intercettato il favore di molti ragazzi che stanno facendo lo stage e riferiscono delle condizioni delle aziende che li ospitano.

    Eleonora propone un bollino di qualità per le aziende e una carta dei diritti degli stagisti.

    Gianluca Antoni psicologo senigalliese, ha pubblicato due libri ed un sito web trovare il lavoro che piace, definendolo un sito di sopravvivenza per chi cerca lavoro.

    Marco Scaloni parlerà della sua esperienza sul web e di come i social network possono esserci di aiuto per la ricerca del lavoro.

     
  • Informagiovani Senigallia 13:24 il 20 April 2009 Permalink | Rispondi
    Etichette: Age, , dipendenze, , , , , , Nostos, Scuola Marchetti, , , web   

    22 e 23 aprile ragazzi e lavoro 2.0 

    Due incontri questa settimana su senigallia 2.0, si parlerà di servizi web 2.0 per ragazzi e del lavoro da trovare sul web.

    Due appuntamenti da non mancare se volete saperne un pò di più sui giovani smanettoni, su quelli che si perdono in rete, su quelli che cercano lavoro in rete, dove fare uno stage, come presentarsi ed essere presente in rete con il proprio profilo professionale.

    Cominciamo dal 22 grazie alla collaborazione dell’Associazione Age, dellIstituto Comprensivo Marchetti e del Gruppo Nostos, affronteremo il tema dei servizi che il web 2.0 dedica ai ragazzi, tra risorse e dipendenze, si parlerà anche del recente percorso con i genitori alla Scuola Marchetti.

    L’incontro sarà di particolare interesse per genitori, docenti, dirigenti scolastici, ragazzi e chiunque voglia conoscere un pò di più cosa offre la rete internet per i ragazzi, per fare anche un pò di chiarezza sulle paure della dipendenza dalla rete e sui rischi reali che possono esserci.

    Ma dobbiamo dire che sono molte di più le opportunità e sopratutto la necessità della conoscenza delle nuove tecnologie per non rimanerne esclusi (digital divide).

    Il 23 parleremo di lavoro, stage, obiettivo professionale, curriculum professionale, curriculum on line con Eleonora Voltolina, Gianluca Antoni e Marco Scaloni.

    Eleonora Voltolina, di cui pubblichiamo una video intervista, è stato un caso nazionale, con il suo blog,proprio in questi giorni diventato un sito web completamente rinnovato.

    Elenora propone la carta dei diritti dello stagista ed il bollino ok stage nel nuovo sito, ma è diventata nota proprio per la classifica degli stage, con l’indicazione da parte dei ragazzi delle condizioni dello stage e delle pretese delle aziende.

    Gianluca Antoni

    Gianluca Antoni

    Gianluca Antoni,psicologo senigalliese, autore di due libri con Nicola Giaconi appunto Trovare il lavoro che piace e Scegli la tua professione, è anche autore del sito di sopravvivenza per chi cerca o vuole cambiare lavoro.

    Gianluca Antoni dal 1994 lavora come consulente e formatore in Corsi di Comunicazione, Dinamiche di Gruppo e di Orientamento Scolastico-professionale con giovani, genitori, operatori ed insegnanti.

     

     

    Marco Scaloni

    Marco Scaloni si soffermerà invece sulla presentazione del proprio profilo professionale in rete utilizzando i social network e quello che il web ci mette a disposizione per lasciare una traccia significativa di noi.

    Marco Scaloni

     
  • Informagiovani Senigallia 19:39 il 5 March 2009 Permalink | Rispondi
    Etichette: , , , , web   

    Live blogging senigallia 2.0 5 marzo 2009 

    Sta per partire Senigallia 2.0, seguiremo con un live blogging la serata, stay tuned.

    Franco Giannini

    Franco Giannini

    Dopo la presentazione parte Franco Giannini, lo spigolatore, i suoi racconti sono stati per me una scoperta, ci conoscevamo perchè ho allenato Walter, suo figlio, ma chi poteva aspettarsi di ritrovarlo qui.

    Si definisce brontolone e ficcanaso, uno spettacolo il suo racconto, il suo incontro con il pc e le riviste di informatica.

    Molto condivisa la sua battuta su quello che dicono le mogli, ma co fai stai sempre lì davanti.

    Giulia Angeletti di A Sangue Freddo, un blog partecipato e condiviso da tre persone, che non sono spesso in accordo tra loro, lamenta il fatto che spesso chi commenta si trova a insultarsi l’uno con l’altro.

    Mi scuso con lei perchè la web camera si è incastrata.

    img000024Andrea Scaloni di Popinga racconta la sua esperienza, anche questo è un blog a tre con il fratello Marco e Gianluigi Mazzufferi. La sua ironia dice che gli ha attirato contro qualche lamentela e il rischio di qualche denuncia.

    Ci dice che secondo lui giornalismo è anche quello che fanno i blogger, non basta e non bisogna aver la tessera.

    Eccoci alla piaga, un caso nel panorama locale dei blogger, ci racconta il suo rapporto e la sua storia con i blogger.

    Se c’è qualcosa che mi piace non lotrovate sul blog, questo ci dichiara, rispetto alla sua filosofia di che cosa significa

    Paolo Rincolvati

    Paolo Rincolvati

    fare un blog.

    Qualche volta gli scappa qualcosa di giornalistico, ma non crede di averne le competenze, ha qualche problema con facebook……. solo 27-28 amici.

    Parte Libero Api fotografo di Dentro al replay, la passione per la foto, la sua crescita sul web, fotografo ufficiale del Summer Jamboree.

    Libero Api

    Libero Api

    Qual’è la tua  foto preferita; quella sul sito, con le seggiole, ci dice.

    Intanto la foto gliel’ho fatta io.

    Ecco Luca Conti, con i suoi blog, la sua attività è ora principalmente quella delle nuove tecnologie. Il suo consiglio per chi apre un blog è quello di essere tematici.

    Luca Conti

    Luca Conti

    Il blog come cacciavite, come uno strumento.

    Il blog sempre più all’interno del social network, Myspace e Facebook, ma il blog non è morto

    Come è diventato famoso Luca Conti? Grazie a una campagna di disinformazione conclude La Piaga.

    Ecco Valeria Bellagamba di Librisenzacarta, ci racconta che cosa è libri senza carta, anche questo un blog partecipato, un blog

    Valeria Bellagamba

    letterario, fatto anche da ragazzi che scrivono e pubblicano le loro tesi.

    Adesso lo segue principalmente lei, con un occhio particolare alla poesia.

    Il web gli ha permesso di conoscere persone, di incontrare artisti, cantanti, ha aperto anche un sito su Myspace.

    Adesso segue anche al Centro Sociale Saline Scripta Volant.

    Ecco Quilly, con il suo cazzeggio generale, ma anche un blog contenuti. Ci parla del suo rapporto con la stampa locale, della sua difficoltà a capire il web 2.0, un Franco Giannini venti anni prima, come dice lui.

    Quilly

    Quilly

    Si dichiara un’analfabeta del web, ma gradisce le cene dei blogger e la cittadinanza fattiva, l’aver ripulito il sottopasso di Via Perilli.

    Sottolinea alcune inziative dei blogger per la vita partecipativa della città.

    e

    Ecco i ragazzi della Mela, a sorpresa, riconosciuti tra il pubblico, presentano il loro sito, si dichiarano fan della Piaga, deve avergli pagato una birretta prima, fanno anche un giornalino cartaceo e ce lo fanno vedere.

    I Ragazzi del Medi

    I Ragazzi del Medi

    Hanno curato particolarmente la grafica dell’ultimo numero, hanno 15 accessi al giorno e hanno una redazione di dieci giovani del Liceo Medi.

    Dichiarano di farsi i commenti da loro stessi.

    Serena

    Serena di Badurlamoce ci dice che tutti possono aprire un blog dato che lei lo ha fatto, ci sono strumenti semplici anche per chi è abbastanza digiuna di informatica.

    Ringrazia il web per avergli fatto incontrare tante persone interessanti, come anche il Meetup di Senigallia.

    Ha incontrato tanti che non sopportano i social network, twitter cosa?

    Francesco Gaspatcho

    Francesco Gaspatcho

    Francesco Gaspatcho presenta il suo blog, si lamenta dei giornalisti locali, troppo spesso usano il copia incolla, pizzicando qua e là sui blog.

    Su Popinga non si ammettono le fregnacce per cui non ci scrive più.

    Ha fatto qualcosa di socialmente utile, riprese con le telecamere, spennellate di vernice.

    Alberto Di Capua

    Alberto Di Capua

    Ecco Alberto Di Capua, di family space,  esperienza presente dal 2006 in rete, travasando tutto quello che io scrivevo.

    Il blog è tematico, si occupa di problemi della scuola visti dalla parte dei genitori.

    Chiede l’aiuto per continuare ad andare avanti con più brio.

    Ricorda con piacere l’intervento della Piaga: ma di Capua da che parte sta?

    Ora è il turno di Senigallia Life, sono in due, per presentare il loro progetto, partito un anno fa, anche loro sono in tre, scrivono in quindici e leggono……..

    La loro idea nasce dal fatto che google non sempre riesce a dare le giuste informazioni, il loro blog è rivolto principalmente ai giovani.

    Seguono tutto lo sport locale e stanno sviluppando il loro blog, hanno un centinaio di visite al giorno, di fatto sono ancora neonati, nati da appena due anni e mezzo.

    Hanno scelto come immagine il Foro Annonario. La piaga suggerisce alcune dritte…………..

    Chiedo scusa anche a loro non ho fatto in tempo a fotografarli.

    Vengono chiamati a gran voce quelli di che vita fè, sono in quattro, hanno cominciato a scrivere su quello che

    che vita fè group

    che vita fè group

    facevano il sabato, raccontavano del loro bagnino.

    Sono quindici amministratori del sito, nasce come gruppo di adolescenti, un piccolo facebook ristretto, quelli che sono più seri stanno all’estero.

    Hanno lanciato diversi concorsi, anche per la cravatta migliore di Mangialardi.

    Si parla di sanità ambientale  e del traliccio di devastante potenza.

    Anche della complanare di cui si parla con aggettivi, ma mancano dati effettivi, come ci dice Daniel Fiacchini, di salute pubblica a Senigallia.

    E’ tardino chiudiamo la prima pagina di senigallia 2.0, grazie a tutti, qui giovedì 12 marzo stessa ora.

     
    • Luca 21:00 il 5 marzo 2009 Permalink

      Ci stiamo divertendo, ritmo! 🙂

    • Libero 07:18 il 6 marzo 2009 Permalink

      Serata interessantissima, ecco il mio contributo:
      http://dentroalreplay.blogspot.com/2009/03/senigallia-20-istantanee-della-prima.html

      saluti!
      Libero

    • Daniel Fiacchini 08:03 il 6 marzo 2009 Permalink

      Daniel Fiacchini, non Ivano!
      Grazie per la bella serata
      Il blog di cui ho parlato è SPES, Salute Pubblica e Senigallia
      http://salutesenigallia.blogspot.com/

    • Informagiovani Senigallia 11:05 il 6 marzo 2009 Permalink

      Graziea te, ho corretto, ciao

    • mattia 15:13 il 6 marzo 2009 Permalink

    • Valeria Bellagamba 20:06 il 6 marzo 2009 Permalink

      E’ stata davvero una bella serata! Complimenti a tutti e in modo particolare ai ragazzi del liceo Medi e alla loro bella rivista!

    • Informagiovani Senigallia 23:34 il 6 marzo 2009 Permalink

      Linkata anche la mela, grazie ragazzi

    • carlo 10:57 il 11 marzo 2009 Permalink

      Ciao, una precisazione innanzitutto: il progetto senigallialife è si partito come idea un anno fa, ma è on line solo da due MESI, precisamente dal 1° gennaio.

      Grazie ai contributi della “Piaga di Velluto” e di Luca Ceccacci di “Che vita fè”, in effetti il sito e il progetto in sè hanno bisogno di qualche correzione!

      Per il resto io, Carlo detto Mononeuronico, scrivo per Senigallialife curando la rubrica sul calcio a 5 senigalliese e dintorni e qualche volta sugli eventi, ma il blog vero e proprio mio lo sto abbandonando per carenza di tempo:
      http://mononeuronico.wordpress.com/
      e questo a causa di Luca Ceccacci di “60019.it” stavolta!!! 😀

    • estetik 18:38 il 3 maggio 2010 Permalink

      nice post. thank you so much for the information

c
scrivi un nuovo post
j
post successivo/commento successivo
k
post precedente/commento precedente
r
Rispondi
e
Modifica
o
mostra/nascondi commenti
t
torna a inizio pagina
l
vai all'accesso
h
mostra/nascondi aiuto
shift + esc
Annulla