Aggiornamenti Recenti Attiva/disattiva nidificazione dei commenti | Scorciatoie da tastiera

  • Informagiovani Senigallia 17:45 il 4 March 2014 Permalink | Rispondi
    Etichette: agriturismo, australia, erasmus +, fosforo, personal branding, sorchiotti, stampante 3d   

    Aggiornamenti PRO.CO.CO. incontri pubblici: giovedì 6 marzo “Testimonianze sulle professioni innovative e progetti di successo” e lunedì 10 marzo “Personal Branding” 

    Incontro pubblico “Testimonianze sulle professioni innovative e progetti di successo” Incontro Pubblico 6 marzo
    Giovedì 6 Marzo alle 15.00 – Sala Conferenze della Biblioteca
    • Giovani studenti del progetto Fosforo– La nostra esperienza nel settore dell’innovazione tecnologica: presentazione pratica della Stampante 3D;
    • Sonia Rossetti, Agente di Immigrazione australiana (MARA) – La mia esperienza di vita e lavoro in Australia (in collegamento Skype)
    • Gianmarco Morganti – La mia esperienza all’estero e il progetto “ShareEurope”;
    • Paolo Guglielmi – La mia esperienza in agricoltura: l’azienda agricola biologica e le attività didattico-sociali,
    • Nichi Morganti e Marzia Bianchini– La nostra esperienza in Spagna all’interno del programma europeo Grundtvig.
    Incontro pubblico “Personal Branding” con Tommaso Sorchiotti
     Promuovere se stessi on line per creare nuove opportunità – Lunedì 10 marzo ore 15.30

    Secondo incontro pubblico previsto dal progetto “Pro.Co.Co – Progetto Consapevoli e Competenti”: lunedì 10 marzo alle 15.30 presso la sala conferenze della biblioteca Antonelliana: il Personal Branding definito come “processo per identificare, coltivare e comunicare nella maniera più efficace la ragione per cui un datore di lavoro dovrebbe sceglierci al posto di qualcun altro”.Fare branding di se stessi, commenta Tommaso Sorchiotti, social media activist, significa impostare una strategia per individuare i propri punti di forza, ciò che ci rende unici e differenti rispetto ai concorrenti. La rete può diventare il “nuovo ufficio di collocamento” Facebook, Twitter, LinkedIn”: esistono servizi dove si incontrano i migliori professionisti di ogni settore e spazi nei quali le persone si incontrano, dialogano e fanno business. Essere consapevole e riuscire a gestire al meglio la propria immagine e il proprio brand online, rafforza la propria  reputazione e aiuta a far crescere la propria rete di contatti.

    E’ancora possibile iscriversi ai laboratori digitali previsti dal progetto, che riguardano l’utilizzo del social network “Linkedin”, la realizzazione di un video curriculum e il possibile impiego di servizi di mobilità per la ricerca del lavoro (App per smarthphone, tablet, ecc.)

    Per informazioni:
    numero verde 800 211212
    email: informagiovani@comune.senigallia.an.it
    http://www.informagiovani-senigallia.it

     

     

    Annunci
     
  • Informagiovani Senigallia 17:47 il 13 February 2014 Permalink | Rispondi
    Etichette: cercare lavoro, cicconi massi, laboratori digitali, , video tutorial   

    Al via i laboratori digitali con il video tutorial sul lavoro 

    Dopo il corso Linux all’interno del progetto Pro.Co.Co. – Azione 2 – stiamo attivando anche i laboratori digitali, nel dettaglio:

    • Realizzazione di un Video Tutorial “Come muoversi per trovare lavoro nel territorio”
    • Laboratorio digitale su Linkedin
    • Laboratorio digitale su Video Curriculum
    • Laboratorio digitale sui Servizi di mobilità per lavoro (App per smarthphone, tablet, ecc.)

    E’ possibile iscriversi indistintamente ad ognuno dei laboratori.

    Il primo laboratorio – Realizzazione di un Video Tutorial “Come muoversi per trovare lavoro nel territorio”– vedrà la supervisione di Lorenzo Cicconi Massi, regista locale. Tutti i giovani di età compresa tra i 16 e i 35 anni avranno l’opportunità di attivarsi e creare, con il regista, il video tutorial che verrà poi pubblicato on line sul sito dell’Informagiovani.

    Il corso partirà il 24 febbraio.

    Per informazioni e iscrizioni:
    Informagiovani
    800 211212 informagiovani@comune.senigallia.an.it
    http://www.informagiovani-senigallia.it

    Lorenzo-Cicconi-Massi-213x300

     

     
  • Informagiovani Senigallia 14:39 il 29 November 2013 Permalink | Rispondi
    Etichette: , , PNV, , raee, trashware, wiildos   

    Rigenerare e donare pc, contrastare il digital divide e salvaguardare l’ambiente. 

    In settimana si sono svolti due incontri con Massimilano De Cinque dell’associazione Progetto NUOVA VITA di Olgiate Olona (VA).  L’associazione Progetto Nuova Vita, si pone come obiettivo quello di rigenerare pc obsoleti attraverso software open-source e donare questi pc a persone che ne hanno necessità (bambini, anziani, scuole, asili, associazioni). Questo consente di contrastare il digital divide e salvaguardare l’ambiente. Ogni pc smaltito ha un costo energetico molto alto, questo è uno dei motivi per cui spesso, troppo spesso, i pc finiscono delle discariche a cielo aperto dei paesi del terzo mondo (circa i due terzi degli apparecchi elettronici che vengono buttati ogni anno) causando un vero e proprio danno ambientale, si parla di oltre 50 milioni di tonnellate di raee prodotti ogni anno.

     Il protocollo PNV è già stato applicato lo scorso anno durante il laboratorio di recupero all’Istituto Tecnico Corinaldesi all’interno del progetto Social Trashware. 419713_571160246245937_1712948721_n

    Tantissimi sono stati gli spunti emersi in queste due giornate: riflettere sul valore degli oggetti prima di acquistarli e prima di smaltirli, pensando alle conseguenze globali sull’ambiente e sulla nostra salute. Esiste la possibilità di sviluppare delle competenze che potrebbero essere spendibili anche in campo lavorativo o che ci potrebbero portare ad avviare un’attività. Si è parlato del fatto che si ricava una maggiore quantità di oro da rifiuti RAEE che dal materiale aurifero, esistono cooperative sociali che offrono la possibilità di lavoro a soggetti svantaggiati proprio per separare i materiali preziosi presenti nei vecchi computer. Altro messaggio fondamentale è la condivisione: programmi open source,  formazione, donazione dei computer rigenerati. Contrastare quindi il digital divide, cioè dare la possibilità a tutti di accedere agli strumenti informatici. Tra i vari usi, i computer rigenerati possono essere donati alle scuole che avranno l’obbligo del registro informatico, in una scuola media è stato realizzato un concorso per la realizzazione di puntatori laser per lavagne interattive wiildos con computer  rigenerati con un notevole risparmio economico.

    Ora rivolgiamo un appello a privati ed aziende per la settimana “Dona il tuo computer” dal 9 al 13 dicembre inizia anche a Senigallia, Corinaldo e Ostra la raccolta di vecchi computer che saranno poi rigenerati.

    Per informazioni contatta l’informagiovani al numero verde gratuito  800211212

    Materiale scaricabile gratuitamente:
    Vademecum per il Software Libero
    Dossier scuola Liberi di imparare

     
  • Informagiovani Senigallia 14:46 il 22 November 2013 Permalink | Rispondi  

    Appuntamento con Massimiliano De Cinque per dare “nuova vita” ai vecchi computer 

    Martedì 26 novembre 2013 ore 17.00 a Corinaldo

    Al via il progetto “Pro.co.co – Progetto Consapevoli e Competenti” con Massimiliano De Cinque ideatore del progetto che dà “nuova vita” ai vecchi computer.

    Quando: Martedì 26 novembre 2013 ore 17.00

    Dove: Corinaldo c/o la Sala Conferenze “Comm.Orlando Samory”della Bcc di Corinaldo

    Chi è Massimiliano De Cinque
    Presidente dell’associazione Nuova Vita, una onlus che persegue un obiettivo preciso: raccogliere pc desueti e rimetterli in funzione. Perito elettronico con la passione dell’informatica fin da ragazzo, si giostra insieme ad altri 54 volontari tra schede madri da una parte, schede video dall’altra, tastiere e mouse. Alla fine rimettono in gioco strumenti di lavoro che, anche se non di ultima generazione, aiutano lo studio dei ragazzi e il lavoro di associazioni di volontariato, rispondendo non solo ad un problema sociale, ma anche ecologico.

    L’iniziativa rientra nell’”Azione 1 – Trasware solidale” del progetto “Pro.co.co. – Progetto consapevoli e competenti” (in allegato la scheda sintetica dell’azione), cofinanziato dalla Regione Marche di cui il Comune di Senigallia è ente capofila assieme ai Comuni associati di Barbara, Castelleone di Sausa, Corinaldo, Serra de’ Conti, Ostra, Ostra Vetere, e  ai partner tecnici: Istituto Corinaldesi, Associazione Senalug e Macro.

    Durante l’incontro De Cinque ci informerà su come recuperare i vecchi pc dando loro nuova vita attraverso un’azione di sistema sulla consapevolezza dell’uso della nuove tecnologie, hardware e software, producendo anche una cultura del recupero e del riuso.

    L’incontro è rivolto a tutta la cittadinanza, in particolare a tutti quei ragazzi/e che vogliono misurarsi su quella esperienza, imparando a recuperare i vecchi computer. Questi stessi ragazzi saranno infatti i destinatari dei corsi teorico-pratici sull’utilizzo e l’installazione del software libero Linux che verranno realizzati a Corinaldo, Ostra  e Istituto Corinaldesi, presumibilmente nei mesi di gennaio e febbraio 2014, attualmente sono invece aperte le iscrizioni per l’edizione di Senigallia.

    Per informazioni sul progetto
    Informagiovani Comune di Senigallia
    Telefono: 800211212 – 0716629251
    e-mail: informagiovani@comune.senigallia.an.it

     
  • Informagiovani Senigallia 17:49 il 12 November 2013 Permalink | Rispondi
    Etichette: , nuova vita, recupero, ,   

    Social Trashware continua 

    374409_124453891047013_1836263134_n

    Nel 2012/2013 il responsabile delle Politiche Giovanili del comune di Senigallia Andrea Garbin ha realizzato il progetto Social Trashware, che seguendo il protocollo del progetto Nuova Vita, ha recuperato vecchi computer facendoli funzionare con il software open source.

    Continueremo a portare avanti tale attività e ad estenderla ai comuni limitrofi grazie al finanziamento regionale di Pro.Co.Co. Progetto Consapevoli e Competenti che ha come comune capofila Senigallia, enti associati: comuni di   Barbara, Castelleone di Suasa, Corinaldo, Ostra, Ostra Vetere, Serra de’ Conti; enti partner: I.T.C.G. Corinaldesi, associazione Senalug, associazione Macro.

    L’azione 1 del progetto si chiama Trashware Solidale e prevede:

    • 4 corsi GNU/LINUX UBUNTU corsi teorici pratici per installare e usare Linux, al termine dei corsi verranno recuperati vecchi computer, iscrizioni aperte per il primo corso che si svolgerà al CAG Bubamara dal 25 novembre

    incontri informativi/formativi con Massimiliano De Cinque ideatore del progetto Nuova Vita, il 26 e il 27 novembre 2013
    “Dona il tuo computer”  settimana dedicata alla raccolta dei vecchi PC, dal 09 al 13 dicembre 2013

    Per informazioni:
    informagiovani 800 211212
    e mail: informagiovani@comune.senigallia.an.it

     

    Materiali scaricabili:
    Locandina corso Linux manifesto linux publisher2
    Modulo iscrizione corso Linux modulo iscrizione linux
    Scheda tecnica requisiti minimi per dona il tuo computer settimana del recupero hw minimo

     

     
  • Informagiovani Senigallia 13:10 il 1 March 2013 Permalink | Rispondi
    Etichette: ambiente, cittadini, città intelligenti, icity-lab, mobilità, ,   

    La classifica delle smart cities 

    La corsa verso l’intelligenza delle città propone ancora una volta una Italia a due velocità, con il centro nord a tenere la testa.

    Sul sito di Icity-lab, trovate la classifica dei capoluoghi di provincia con i dati relativi agli indicatori che vengono raggruppati sotto: ambiente, vivibilità, persone, mobilità, rapporto tra il cittadino e le istituzioni e economia.

    In testa Bologna Parma e Trento, la nostra regione non propro brillantissima con Ancona davanti a Macerata, Pesaro e Ascoli.

    ICity Rate è il Rapporto annuale realizzato da ICity Lab per fotografare la situazione delle città italiane nel percorso verso città più intelligenti, ovvero più vicine ai bisogni dei cittadini, più inclusive, più vivibili.

    Per realizzare il Rapporto, ICity Lab individua e analizza diverse dimensioni urbane e, per ognuna di queste, un certo numero di variabili e di indicatori. I valori ottenuti dall’esame delle variabili/indicatori sulla base delle fonti esistenti, vengono poi trasformati e aggregati in un unico valore di sintesi che consente di stilare un indice finale (lo smart city index).

     
  • Informagiovani Senigallia 11:47 il 27 February 2013 Permalink | Rispondi
    Etichette: , , biondi, , , , ferri, liguaggi, lim, , , tablet   

    La scuola digitale: nuovi sistemi di apprendimento 

    La scuola cambia, non può restare ferma in una società che muta i suoi linguaggi e le sue modalità di comunicazione.

    Biondi dice che la scuola è al punto di non ritorno per lo sviluppo delle competenze digitali e che già dal prossimo anno si vedranno cambiamenti sostanziali con aumento di lavagne digitali e tablet.

    Paolo Ferri analizza la fine della didattica nozionistica, ipotizzando un cambiamento di strutture e di ruoli, aule come laboratori e docenti come ricercatori.

     
    • Johne232 06:20 il 13 settembre 2014 Permalink

      griseofulvin psoriasis eeebfddbacge

  • Informagiovani Senigallia 13:56 il 18 February 2013 Permalink | Rispondi
    Etichette: , , gutemberg, iscrizioni online, La Bicocca, miur, , ,   

    Iscrizione a scuola dei nativi digitali 

    Paolo Ferri, docente dell’Università La Bicocca di Milano, ci dice che esiste un’intelligenza digitale e che si tratta di una intelligenza diversa propria dei nativi digitali.

    Giovanni Biondi del Miur ci dice invece che più di un milione di famiglie hanno fatto l’iscrizione online, in alcuni casi i genitori si sono fatti aiutare dai figli e forse qualcuno si è accorto che il mondo è cambiato.

    Paolo Ferri insiste quindi e dice che: “Il digitale è qui per restare e con lui dobbiamo convivere. Ogni salto di paradigma implica un certa incommensurabilità con il paradigma precedente, in questo caso con la Galassia Guntemberg e oggi non ci sembra piu’ necessario discutere ragionare e ricercare credendo di essere ancora nel paradigma precedente e “condannando” o “elogiando” il nuovo. Oggi siamo nel nuovo e dobbiamo capirne ed analizzarne le caratteristiche positive o negative che siano e questo perché abbiamo il dovere di consegnare alla generazione dei “nativi digitali” il patrimonio di 6.000 anni di cultura analogica.”

     
  • Informagiovani Senigallia 11:02 il 11 February 2013 Permalink | Rispondi
    Etichette: , , , , immigranti digitali, , , , scuola 2.0, ,   

    La scuola dematerializzata che verrà? 

    Quattro linee d’azione del Miur e 70 milioni di euro per incominciare il processo di dematerializzazione della scuola.

    Se vi hanno turbato le iscrizioni online dovrete prepararvi ad uno scenario futuro che vedrà importanti cambiamenti nel mondo della scuola, che interessano tutte le sue componenti, studenti, genitori e docenti.

    Si tratta di colmare un gap con l’Europa che è importante per il futuro dei giovani, per le opportunità di studio, di lavoro e di vita.

    Le quattro azioni riguardano: Lim in classe, Scuola 2.0, Cl@ssi 2.0 e Centri Scolastici digitali.

    Nell’articolo che linkiamo Carlo Maria Medaglia si chiede:”La domanda che tuttavia sorge spontanea a fronte di tanti cambiamenti che non sono soltanto tecnologici ma anche e soprattutto culturali é: quanto questo nuovo paradigma incide sui modelli di apprendimento, sul ruolo dell’insegnante, della famiglia e dello studente?

    La domanda che tuttavia sorge spontanea a fronte di tanti cambiamenti che non sono soltanto tecnologici ma anche e soprattutto culturali é: quanto questo nuovo paradigma incide sui modelli di apprendimento, sul ruolo dell’insegnante, della famiglia e dello studente?

    Un problema trattato da Paolo Ferri che su questo e su altro qui risponde a Giovanni Biondi, ricordando la necessità di cablare le strutture per consentire a nativi e immigranti digitali di avere una connessione sempre disponibile ad internet all’interno delle scuole.

     
  • Informagiovani Senigallia 12:50 il 8 February 2013 Permalink | Rispondi
    Etichette: biblioteca senigallia, , , , riciclo, riutilizzo,   

    Il Social trashware sbarca in biblioteca 

    Nello spazio multimediale della Biblioteca Comunale, che verrà attivato prossimamente, grazie al progetto Social trashware ci sono due computer che sono stati recuperati secondo il protocollo del progetto nuovavita e funzionano con il software open source che lo stesso progetto ha messo a punto per semplificare le procedure di istallazione dei programmi necessari a scrivere, calcolare, disegnare, fare presentazioni, vedere cd e dvd, navigare in internet.

    Tutto questo è stato possibile grazie al fatto che il tecnico dei sistemi informativi del Comune di Senigallia ha riconosciuto la validità di questa opportunità.

    Come abbiamo spiegato, siamo contenti di persone e aziende che ci portino i loro computer vecchi, ma non siamo una discarica e  il requisito minimo per recuperare i computer è che siano almeno pentium 3  500Mhz , per i monitor 15″ crt/lcd, funzionanti.

    I computer verranno recuperati per progetti sociali, per consegnarli a scuole, associazioni o famiglie che non abbiano altre possibilità.

    E’ interessante notare che anche grazie alla prima promozione di questo interessante progetto, ci siano ricadute positive, spesso siamo portati all’acquisto dell’ultimo modello di computer, magari senza considerare quello che facciamo realmente con un computer e senza tenere conto dell’impatto che provoca sull’ambiente e sulle persone lo smaltimento e il riciclo dei computer che potete vedere in questo filmato.

     
c
scrivi un nuovo post
j
post successivo/commento successivo
k
post precedente/commento precedente
r
Rispondi
e
Modifica
o
mostra/nascondi commenti
t
torna a inizio pagina
l
vai all'accesso
h
mostra/nascondi aiuto
shift + esc
Annulla